Le Prime Attrezzature - PiccoliCampiVerdi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Prime Attrezzature

La Prima Volta
I 5 Attrezzi Indispensabili
Alcuni consigli utili per l’acquisto.
Cerca di munirti di attrezzi durevoli, è meglio spendere un po’ di più per pochi oggetti utili e durevoli, piuttosto che oggetti poco resistenti e non idonei allo scopo.
Ricorda anche che il manico in legno di frassino, ad esempio, garantisce maggiore resistenza e durata rispetto a quello in faggio.
Prova a maneggiare gli attrezzi prima di acquistarli e fai attenzione al peso e all’impugnatura, ti aiuterà a valutare la forza che devrai impiegare per usarli.
Controlla spesso la tua attrezzatura e riponila sempre in un luogo riparato.
In Commercio esistono anche moderni attrezzi per fare il lavori con meno fatica: ​I Tecno Attrezzi
 
La Vanga
Ecco uno dei due attrezzi, insieme alla zappa, veramente fondamentali per ogni ortista che si rispetti. La vanga serve per la lavorazione in profondità del terreno e dovrà essere 
adatta al tipo di terreno: se è pesante, lama a punta, se è leggero, lama quadrata
. Molto importante il peso dell’attrezzo che non deve mai superare i 2,5 kg. Attenzione anche alla qualità dell’acciaio della lama e soprattutto del legno del manico: prodotti economici ma di scarsa qualità tendono a staccarsi velocemente nelle due parti; sono da preferire inoltre i manici leggermente curvati che, fungendo da leva, aiutano nello sforzo del lavoro.
 
La Zappa
L’altro attrezzo fondamentale per ogni ortista è la zappa che, se possibile, è meglio averla a disposizione di due tipi: una piccola per il terreno superficiale e una più pesante per rompere le zolle più grandi. Anche per la scelta della zappa valgono le regole viste per la vanga: attenzione a qualità dell’acciaio, alla robustezza del manico e al peso complessivo.
La zappa in foto permette la zappatura e la sbriciolatura della zolla e risulta utile per una prima raccolta di erbacce e vecchie radici
 
Il Rastrello
Strumento spesso sottovalutato e del quale si pensa in genere di poter fare a meno, la forca è invece uno degli attrezzi che più servono in un orto. Solo per citare alcuni suoi impieghi serve per togliere i cumuli di erbacce, arieggiare il terreno, raccogliere tuberi e ortaggi da radice ma anche per lavorare la terra in modo meno invasivo della vanga, soprattutto negli orti biologici, rispettando così l’attività dei microrganismi del terreno. Vista la sua particolare forma la qualità dell’acciaio impiegato è, se si può, ancora più importante degli altri attrezzi perché i denti della forca, se di scarsa qualità, tendono inesorabilmente a piegarsi.
 
Le Forbici
Per potare e raccogliere frutti e ortaggi, ma anche per altre operazioni di taglio, un bel paio di forbici è veramente utile in qualsiasi orto. Oltre alle ennesime ma utili raccomandazioni sulla qualità dei componenti, nella scelta delle forbici è fondamentale controllare se l’impugnatura risulta comoda e confortevole all’utilizzo: usandole di continuo il rischio è quello di trovarsi una mano fuori uso!
 
I Tecnoattrezzi
Per ridurre la fatica fisica ecco la TECNOVANGA.
Si tratta di un attrezzo di utilizzo molto semplice: si affonda nel terreno come una vanga tradizionale, ma il bello viene al momento di rompere la zolla: il manico della vanga si inclina con un semplice movimento del piede e si arriva a un punto di leva che minimizza lo sforzo di spaccare la zolla, dopo di che il manico torna automaticamente in posizione, subito pronto per un altra vangata. Un attrezzo sicuramente da provare per chi vuole evitare strappi e movimenti faticosi per i muscoli della schiena, è incredibile vedere come l’inclinazione del manico agevola il lavoro senza nulla togliere alla qualità del risultato.
Oltre al meccanismo che è un’idea tutto sommato semplice ma davvero ottima merita di essere segnalata la robustezza generale della vanga Valmas, disponibile di varie forme (a scudo, a punta squadrata o in versione forca) da selezionare in base al tipo di terreno che si va ad affrontare.
Questo attrezzo è molto comodo non solo per prepare il terreno per l’orto, ma anche per raccogliere le patate e per scavare buche, il movimento automatico del manico infatti agevola anche queste operazioni risparmiando un sacco di fatica.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu