Rapa Rossa - PiccoliCampiVerdi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rapa Rossa

Schede Coltivazioni
Rapa rossa
Rapa Rossa (bietola da radice)
Famiglia Chenopodiaceae - Specie biennale
La Barbabietola da orto è indicata nella stitichezza causata da insufficiente moti lità intestinale, perché ricca di fibre.
CLIMA: temperato
TERRENO: medio impasto o sciolto, fertile, profondo, fresco, dotato di sotanza organica, a reazione neutra o leggermente alealina.
CONCIMAZIONE: organica prima dell'aratura autunnale, o alla coltura precedente, fosfatica e potassica alla preparazione del letto di semina, azotata in copertura in più interventi.
AVVICENDAMENTO: può essere considerata coltura da rinnovo quando viene seminata a fine inverno.
CONSOCIAZIONE: viene tollerata con una vasta gamma di ortaggi, ma in questo caso è necessario mantenere distanze tra le file superiori a quelle stimate ottimali per la coltura.
RIPRODUZIONE: per seme.
SEME: contenuto in numero variabile (2-4) in glomeruli (infruttescenze) roondeggianti, angolosi, grinzosi. Durata della facoltà germinativa 6-8 anni. Tempo di germogliazione e fuoriuscita della plantula dal terreno (emergenza) 8-15 giorni. Quantità di seme per ettaro di coltura kg 15-20.
SEMINA: si effettua a file direttamente in campo da metà febbraio a maggio e nel meridione anche in autunno. Il seme va interrato alla profondità di 2-4 cm.
INVESTIMENTO: distanza tra le file cm 30-50 e sulla fila piante a cm 15-25 in modo da avere 8-22 piante per mq. Da tenere presente che in generale, ad un minore numero di piante per unità di superficie (basso investimento), fa riscontro una maggiore pezzatura delle radici. In molte zone è consuetudine la semina a spaglio.
IRRIGAZIONE: deve essere effettuata quando si opera in carenza di precipitazioni piovose. E'opportuno non irrigare in prossimità della raccolta al fine di evitare che le radici si spacchino, non si conservino e perdano le loro tipiche caratteristiche qualitative.
SCERBATURE e SARCHIATURE: si rendono sempre necessarie per arieggiare il terreno ed eliminare le malerbe. Possono essere effettuate a mano o a macchina.
ALTRE OPERAZIONI COLTURALI: diradamento sulla fila quando le pianine hanno sviluppato la 4a-5a foglia, lasciandone una soltanto alla distanza voluta.
RACCOLTA: si effettua per estirpamento con vanga o a macchina con tereno asciutto dopo 70-150 giorni dalla semina in relazione alla classe di preocità cui appartiene la cultivar coltivata.
Per il prodotto da consumo immediato, si effettua quando la radice ha raggiunto sviluppo commerciale e quindi in qualsiasi momento; quando invece le stesse devono essere conservate la raccolta inizia a completo sviluppo e con l'apparato fogliare che inizia ad appassire.
PRODUZIONE: da 200 a 400 q per ettaro di radici in relazion 'e alle diverse cultivar, alla destinazione del prodotto ed al periodo colturale.
CONSERVAZIONE: le radici, senza alcuna alterazione, dopo essere state scollettate, vengono poste in magazzini con temperature intorno a 5-10 °C, in cumuli ricoperti con sabbia o torba o segatura mantenute umide durante tutto il periodo di conservazione (2-3 mesi).
AVVERSITA:
Crittogame: marciume,mal del secco, ruggine delle foglie, vaiolatura delle foglie o cercospora bieticola .
Insetti: cassida, mosca minatrice , nottue, altica, afìd , grillotalpa, maggiolino, ecc.
Nematodi: anguillule.
Acari: ragnetto rosso.
Altre: lumache limacce, virosi, batteriosi, ecc.
VARIANTE
CHIOGGIA: radice rotonda, rosso-chiara, con polpa dolce rosa-chiara zonata di rosso. Fogliame ridotto. Precocissima, adatta anche alla forzaturá sotto tunnel. -
CILINDRICA. radice a forma cilindrica allungata, di colore rosso scuro. Medio precoce. - CROSBY: radice a forma di globo rosso scura, polpa di color rosso intenso, uniforme.
Precoce. - DETROIT: radice sferica con radichetta terminale corta e molto sottile di colore rosso cupo e polpa rosso scuro.
Medio precoce. - EGITTO MIGLIORATA: selezione a radice piatta, convessa, di color rosso intenso, con radichetta terminale molto sottile. Polpa rosso-nerastra.
Precoce. - NERA DI MILANO: radice grossa, tonda, rosso-violacea, polpa molto scura.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu