Rucola - PiccoliCampiVerdi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rucola

Schede Coltivazioni
Rucola
Famiglia Cruciferac Specie annuale.
Pianta di media taglia, con abbondanti foglie attorno alla rosetta basale, spesse, oblunghe, molto frastagliate, di colore verde-grigiastro. Le foglie recise rinascono rapidamente ed abbondantemente. La Rucola è un'erba aromatizzante ricca di vítamina C e di sali minerali
CLIMA. pur adattandosi a condizioni diverse teme i freddi intensi e le gelate. I climi temperato-caldi sono quelli che consentono le migliori produzioni.
TERRENO: vegeta in qualsiasi tipo di terreno, sono tuttavia da preferire substrati di medio impasto, argilloso-calcarei, freschi, ricchi di sostanza organica, ben sistemati in modo da non permettere ristagni d'acqua.
CONCIMAZIONE: organica, ínterrata con aratura profonda 30-40 cm,à Dosi orientative di fertilizzanti: letame maturo 200-400 q per ettaro;
AVVICENDAMENTO: segue e precede qualsiasi specie coltivata erbacca o arborea in successioni interannuali da stabilire volta per volta.
CONSOCIAZIONE: può essere effettuata con qualsiasi coltura purché i sesti d'irnpianto e lo sviluppo vegetativo delle altre specie lo consentano.

RIPRODUZIONE. per seme.
SEME: contenuto in una siliqua in numero variabile, è di forma arrotondata ovoidale, liscio, di colore brunastro. Gr i00 contengono 45.000-55.000 semi, ,1 1 pesa 650-750 gr. Durata della facoltà germinativa 4-5 anni. Tempo di genninazione e fuoriuscita della plantula dal terreno 7-10 giorni. Quantità di seme per ettaro kg 3-4 per sentina a file, kg 6-10 per semina a spaglio.
SEMINA: direttamente in campo da marzo a settembre-ottobre, a mano o a macchina, a spaglio o a file. Il seme va interrato alla profondità di cm 1-2.
INVESTIMENTO: la distanza tra le file si mantiene intorno a 20-30 cm e sulla fila le piante distano 2-5 cm per una densità di 70-250 piante per mq. Con la semina a spaglio sulla stessa unità cli superficie insistono dalle 200 alle 300 piante.
IRRIGAZIONE: sempre necessaria per consentire la emergenza delle piante ed anche durante il ciclo colturale se le precipitazioni piovose non sono abbondanti.
SCERBATURE e SARCHIATURE: pratiche molto importanti per il buon esito della coltura in quanto la mantengono libera da malerbe, arieggiano il terreno rompendo la eventuale crosta supefficiale.
RUCOLA COLTIVATA su questa specie, si consiglia l'impiego degli stessi prináìpi attivi segnalati per altre crocifere (vediCavoli).
RACCOLTA: si effettua recidendo le foglie a mano o a macchina quando la pianta ha raggiunto 8-10 cm di altezza (40-60 giorni dopo la semina). La coltura possiede buona attitudine al ricaccio e pertanto durante il ciclo colturale si possono effettuare 5-7 tagli ed a volte anche più. Il prodotto fresco può essere presente sui mercati per l'intero arco dell'anno se la coltura viene protetta nei mesi più freddi con apprestamenti anche molto modesti (es. piccoli tunnel, cassoncini, cartoni, ecc.).
PRODUZIONE: varia nel complesso dei tagli da 100 a 200 q per ettaro di foglie.
CONSERVAZIONE: in frigorifero a 0 OC ed U.R. pari al 90-95 % ha una durata di 2-3 settimane.
AVVERSITA.- specie dotata di notevole resistenza ad attacchi crittogamici, se coltivata non troppo fitta. Sono principalmente da temere attacchi di altiche o pulci di terra (Chactoenema tibialis) che forando le foglie deprezzano il prodotto fino a renderlo non commerciabile.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu